François Taglialatela dal Petronio al Giappone. Ex studente oggi Pastry Chef a Tokio

New Otani è uno degli Hotel più prestigiosi del Giappone. È qui, nel cuore di Tokio, che lavora François Taglialatela, ex studente del corso di Pasticceria al Petronio di Pozzuoli. 

Hai 33 anni, sei giovane e hai già fatto una bella carriera. Come sei arrivato a lavorare a Tokio?

“A Tokyo ci sono arrivato grazie allo chef Heinz Beck, dopo la scuola ho avuto l’opportunità di lavorare sempre nell’alta ristorazione. Ho lavorato in ristoranti con 3 Stelle Michelin. Qui in Oriente ho trovato la mia dimensione lavorativa e di vita ed ho deciso di restarci”.

Qual è oggi la tua attività lavorativa? 

“Adesso sono executive pastry chef in uno degli hotel più famosi del Giappone. Si tratta di una struttura storica e legata alle tradizioni. È un lavoro veramente importante e richiede una grande responsabilità.  Le difficoltà non sono poche considerato la cultura radicalmente diversa dalla nostra”.

Brevemente, raccontaci del Giappone…

“Il Giappone è un paese fantastico, ricco di tradizioni e storia. La qualità del cibo è di altissimo livello. Questo è importante per chi svolge il nostro lavoro. Vivo a Tokyo da cinque anni e posso dire che si tratta di una città che non si ferma mai; una città dove l’efficienza ed il lavoro sono fondamentali”. 

In che modo è stata utile la scuola nella tua attività lavorativa? 

“Ho frequentato il Petronio dal 2000 al 2005. Ho seguito il corso di Pasticceria. La scuola per me è stata fondamentale. Credo che la scuola, ma soprattutto l’alberghiero, ci offre le basi delle conoscenze e competenze che poi serviranno in futuro. Si tratta di conoscenze sia pratiche che teoriche. La scuola ci fa comprendere l’importanza di iniziare ad avere un approccio con i vari settori della struttura alberghiera per poter sviluppare la propria tecnica e capacità”.

Quali sono i tuoi ricordi dell’istituto Petronio?

“I ricordi dell’Istituto Petronio sono per forza di cosa bellissimi, con il tempo si prende consapevolezza che quel tempo non torna indietro ed inizi a capire veramente quello che i professori ci trasmettevano. Sono stato veramente fortunato ad avere frequentato il Petronio, è stato il mio biglietto da visita quando sono entrato nel mondo del lavoro”.

Cosa ti manca della scuola?

“Beh direi quasi tutto, gli amici conosciuti, i docenti e soprattutto l’aria di spensieratezza che si viveva in quegli anni e nel contempo tutta la voglia di imparare nuove cose per poter emergere in futuro”. 

Cosa vorresti dire agli studenti di oggi?

“Ai ragazzi di oggi consiglio di studiare molto e di guardare al futuro sempre con un approccio positivo e determinato. Tutto è possibile ma la scuola è la base dove tutto nasce, il saper relazionarsi, l’apprendimento ed i consigli dei professori che sono i nostri primi chef. Il mondo della ristorazione è un lavoro duro e spesso richiede sacrificio ma la gioia di tornare a casa per aver reso speciale il giorno di qualcuno non ha prezzo. Fate questo lavoro ai massimi livelli esigendo il meglio da voi stessi. Solo così si può arrivare in alto”.

Grazie. Un saluto…

Minasan, kon’nichiwa! Arigatōgozaimashita

Tradotto?

“Un saluto a tutti! Grazie!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *