Nuovo sito web dedicato al Parco Sommerso di Baia

È navigabile dal 24 masggio all’indirizzo www.parcosommersobaia.beniculturali.it il nuovo sito web dedicato al Parco Sommerso di Baia. Un portale innovativo di divulgazione, promozione e gestione delle prenotazioni per la visita a una delle area marina protette più importanti al mondo.

Il sito ha una interfaccia molto intuitiva ed è diviso in sezioni che ne facilitano la navigazione.

La sezione informativa contiene notizie sulla storia del Parco, sui percorsi archeologici disponibili per le visite e sulla biologia dell’area che sottolinea l’unicità del connubio tra murature antiche e ambiente sottomarino

La sezione più attiva del sito sarà quella dedicata alle  news  che consentirà agli utenti di rimanere sempre aggiornati sullo stato del Parco sommerso dopo le immersioni fatte dal personale specializzato.

Importante sezione è quella relativa alla mappa interattiva dei punti di immersione con relativa  infografica che consente, per ogni punto, di visualizzare la scheda tecnico/informativa a cui sarà presto affiancato il relativo filmato in ripresa subacquea.

La sezione chiave è sicuramente quella dedicata all’organizzazione delle visite. Qui sono illustrati i percorsi disponibili e gli operatori turistici operanti nel Parco (diving per le immersioni, barche col fondo trasparente, canoe e kayak), presentati con apposita e approfondita schede informativa.  Selezionando uno degli operatori è possibile avere tutti i contatti necessari per organizzare al meglio la visita in base alle proprie esigenze e capacità.

Il portale contiene poi una sezione multimediale che comprende, al momento, un video con una vista spettacolare sulla città sommersa attraverso le riprese del drone e una visita virtuale a 360° realizzata nelle sale del Museo Archeologico dei Campi Flegrei all’interno del Castello aragonese di Baia dove è stato ricostruito il Ninfeo Sommerso dell’imperatore Claudio con le statue e i reperti che vi appartenevano.  A breve, nello stessa modalità, sarà realizzato il video subacqueo  a 360° per la visita in versione sottomarina.

Il direttore del Parco archeologico dei Campi Flegrei Fabio Pagano ha dichiarato in merito all’operazione: “Nella giornata Europea dei Parchi abbiamo voluto inaugurare una nuova vetrina virtuale per il nostro Parco sommerso di Baia. Un nuovo sito web dove navigare per conoscere meglio l’archeologia di Baia sommersa, le attività di ricerca e valorizzazione del Parco e dove trovare tutte le informazioni per programmare la propria personale esperienza di visita”. 

A Baia abbiamo iniziato un percorso ambizioso, e con questo sito web diamo la possibilità a tutti di conoscere meglio il Parco sommerso. Per una visita virtuale che speriamo diventi per tutti reale” ha invece detto l’archeologo del Parco sommerso Enrico Gallocchio. Il sito è stato realizzato dall’agenzia napoletana KOI Strategie Digitali S.r.l., leader nella realizzazione di prodotti digitali per le istituzioni culturali e con la collaborazione di Naumacos Underwater Archaeology and Technology per i contenuti e la presentazione

Arriva la guida turistica ufficiale dell’Ente Parco Regionale dei Campi Flegrei

Sarà presentata giovedì 27 maggio alle ore 10,30 all’Hotel Calamoresca (via Faro, 44 – Bacoli), alla presenza del Presidente della Regione Campania, On. Vincenzo De Luca, del Sindaco Josi Gerardo Della Ragione che porterà i saluti della Città di Bacoli,  del Presidente dell’Ente Parco Regionale dei Campi Flegrei, arch. Francesco Maisto, dell’autore dell’opera, dott. Massimo D’Antonio (Responsabile dell’Ente Parco Regionale dei Campi Flegrei), del presidente di Federalberghi Campi Flegrei, dott. Roberto Laringe, il volume: “Campi Flegrei – Viaggio lento alle radici della storia tra paesaggi, arte, sapori e tradizioni”, Guida Turistica formato tascabile pubblicata dall’Ente Parco Regionale dei Campi Flegrei, in collaborazione con gli Operatori dell’area flegrea.  Moderatrice, dott.ssa Manuela D’Amico.

La location è stata messa a disposizione da Federalberghi Campi Flegrei, sponsor della Guida. L’Opera, distinta in due volumi (italiano e inglese), con prefazioni dell’On.Vincenzo

De Luca e dell’arch. Francesco Maisto, è un vero e proprio viaggio nella natura e nel tempo che porta il lettore a scoprire i Campi Flegrei da est a ovest, ossia dal promontorio di Posillipo alla Piana di Liternum,seguendo otto itinerari di visita scanditi da oltre 400 illustrazioni, fotografie, mappe, disegni e gouaches. All’interno tutte le informazioni necessarie per preparare adeguatamente la trasferta, con una selezione di alberghi, punti di ristoro, indirizzi e orari di apertura dei luoghi da visitare unitamente a consigli utili per il soggiorno.  La Guida è stata realizzata con la collaborazione del Parco Archeologico dei Campi Flegrei, e gode dei Patrocini della Regione Campania, dei Comuni di Napoli, Pozzuoli, Bacoli e Monte di Procida. Stampata dalla Società flegrea Grafica Montese Snc in carta ecologica, il progetto grafico e l’impaginazione sono di Giacomo D’Ippolito, la traduzione in inglese di Manuela Chiarolanza, mentre le foto provengono in parte dall’archivio storico del Parco dei Campi Flegrei, altre di proprietà dell’autore, altre fornite da associazioni flegree e da fotografi amatoriali e professionisti. Come da progetto editoriale, le royaltis derivanti dal contratto di edizione saranno devolute dall’Ente Parco Regionale dei Campi Flegrei ad un’associazione no-profit per un piano di valorizzazione del territorio flegreo. L’edizione dell’Opera è stata affidata alla Società Editrice Flegrea New Media Press di Rosario Scavetta, individuata quale struttura idonea a commercializzare e pubblicizzare le Guide poiché Casa Editrice che da anni promuove e valorizza con le proprie edizioni il patrimonio storico, archeologico e naturalistico dei Campi Flegrei. 

“Pizzaioli alla riscossa…”. Concluso il corso di Scuola Viva con il professor Alfonso Ferraro. Foto e video

Al Petreonio si insegna l’arte del pizzaiuolo napoletano, patrimonio immateriale dell’Unesco. Si è concluso mercoledì il corso “Pizzaioli alla riscossa…” un progetto di Scuola Viva con il professor Alfonso Ferrara. e l’esperto Raffaele Masgnetti dell’Apn, l’Associazione Pizzaiuoli Napoletani.

Guarda qui il servizio di Quarto Canale Flegreo

Foto e video

Petronio e Accademia Aeronautica di Pozzuoli. Nasce la collaborazione tra le due istituzioni

L’Ipseoa Petronio di Pozzuoli ha partecipato alla realizzazione della festa finale dei Ludi 2021 dell’Accademia Aeronautica. Le attività sportive sono state organizzate per gli allievi ufficiali e si sono svolte durante l’anno accademico.

Giovedì 13 maggio nel piazzale dell’Accademia era presente il dirigente scolastico, professor Filippo Monaco. Durante la serata il dirigente ha incontrato il comandante, il generale Paolo Tarantino e gli ufficiali dell’istituzione militare di Pozzuoli.

“Il Petronio – ha dichiarato il dirigente Filippo Monaco – ha accettato con piacere la proposta di collaborare con l’Accademia per la realizzazione di questo evento. Credo che la collaborazione tra le istituzioni sia importante. I nostri studenti hanno avuto modo di conoscere una delle realtà più importanti presenti sul territorio flegreo e i militari hanno avuto modo di sapere che, proprio accanto all’Accademia, c’è la nostra sede di Pozzuoli, una sede prestigiosa che si affianca al plesso principale di Monterusciello. Luoghi in cui si formano i professionisti del futuro del settore enogastronomico e dell’accoglienza turistica”.

Gli studenti del Petronio – coordinati dai docenti aiutati dagli assistenti tecnici e dai collaboratori scolastici – hanno elaborato le proposte gastronomiche e gestito i banchetti. Sono stati preparati finger food, panini alla brace, frittura e dolce. Gestita degli alunni anche la postazione per le bevande e i vini.

Qualifica professionale triennale IeFP. Alcune immagini di questi intensi giorni al Petronio

I docenti ci stanno inviando le immagini di questi intensi giorni di vita scolastica. Molti studenti stanno svolgendo nella sede di Monterusciello gli esami per conseguire la qualifica professionale triennale – IeFP. Gli esami si stanno svolgendo ad un anno di distanza rispetto a quanto programmato a causa della pandemia. Pertanto sono interessate le classi terze del precedente anno scolastico (2019-2020). Immagini dei professori: Adriana Angelino, Marina Passetto, Alfonso Ferraro, Roberta Vaccaro, Diego Palma.

Enogastronomia 3KE. Tema: Street Food a Napoli

Accoglienza Turistica IIIA

Sala e Vendita 3SC

“Le français à table”. La ricetta in francese della partiera napoletana

Projet final d’une classe du Petronio, après 4 mois de cours de français à distance.
Merci à eux: Fabiana, Angelo, Lorenzo, Salvatore, Patty, Bernardo, Antonio, Simone. Pon a cura del professor Roberto Pulcrano e dell’insegnante madrelingua. Hanno partecipato la III Sala D, la IV e V Pasticceria e la IV Sala B

L’arte del pizzaiolo si insegna a scuola. Al Petronio il corso tenuto dal prof. Alfonso Ferraro

E’ iniziato il corso per imparare l’arte della pizza. “Pizzaioli alla riscossa” è il titolo del progetto di 30 ore nato nell ambito di “Scuova viva” . I corsi di pizzaioli si tengono all’Ipseoa Petronio e sono guidati al professor Alfonso Ferraro e l’esperto Lello Magnetti dell’Associazione Pizzaiuoli Napoletani. Si ringrazia l’azienda Mulini Caputo.

La sede di Pozzuoli tre gli edifici storici della provincia di Napoli

È stato sottoscritto questa mattina, nella sede di Palazzo Matteotti, l’Accordo Quadro triennale per l’esecuzione dei lavori di manutenzione straordinaria su edifici scolastici di interesse storico-culturale di competenza della Città Metropolitana di Napoli per un valore complessivo di 5 milioni e mezzo di euro.

Il patrimonio di edilizia scolastica della Città Metropolitana annovera 240 sedi scolastiche, delle quali 57 sono considerate patrimonio culturale da conservare e valorizzare ai sensi del D. Lgs. n. 42/ 2004. Dei 57 edifici interessati, 38 sono nel comune di Napoli e 19 sul territorio dei comuni dell’area metropolitana. Nel capoluogo, ad esempio, figurano il ‘Genovesi’ di piazza del Gesù Nuovo, il Liceo ‘Umberto I’ di piazza Giovanni Amendola, il ‘Sannazaro’ di via Puccini e il ‘Pansini’ di piazza Quattro Giornate, il ‘Volta’, il Convitto ‘Vittorio Emanuele’ di piazza Dante e il ‘Fonseca’ in via Benedetto Croce; nell’area metropolitana il ‘Plinio’ di Castellammare di Stabia, il ‘San Paolo’ e il ‘Grandi’ di Sorrento, il ‘Petronio’ a Pozzuoli, il ‘Da Procida’ nella più piccola delle isole del Golfo, il ‘Mennella’ a Forio sull’Isola verde, il ‘Degni’ a Torre del Greco, il ‘De’ Medici’ di Ottaviano e il ‘Marconi’ a Giugliano.

Continua a leggere