L’arte del pizzaiolo si insegna a scuola. Al Petronio il corso tenuto dal prof. Alfonso Ferraro

E’ iniziato il corso per imparare l’arte della pizza. “Pizzaioli alla riscossa” è il titolo del progetto di 30 ore nato nell ambito di “Scuova viva” . I corsi di pizzaioli si tengono all’Ipseoa Petronio e sono guidati al professor Alfonso Ferraro e l’esperto Lello Magnetti dell’Associazione Pizzaiuoli Napoletani. Si ringrazia l’azienda Mulini Caputo.

François Taglialatela dal Petronio al Giappone. Ex studente oggi Pastry Chef a Tokio

New Otani è uno degli Hotel più prestigiosi del Giappone. È qui, nel cuore di Tokio, che lavora François Taglialatela, ex studente del corso di Pasticceria al Petronio di Pozzuoli. 

Hai 33 anni, sei giovane e hai già fatto una bella carriera. Come sei arrivato a lavorare a Tokio?

“A Tokyo ci sono arrivato grazie allo chef Heinz Beck, dopo la scuola ho avuto l’opportunità di lavorare sempre nell’alta ristorazione. Ho lavorato in ristoranti con 3 Stelle Michelin. Qui in Oriente ho trovato la mia dimensione lavorativa e di vita ed ho deciso di restarci”.

Qual è oggi la tua attività lavorativa? 

“Adesso sono executive pastry chef in uno degli hotel più famosi del Giappone. Si tratta di una struttura storica e legata alle tradizioni. È un lavoro veramente importante e richiede una grande responsabilità.  Le difficoltà non sono poche considerato la cultura radicalmente diversa dalla nostra”.

Brevemente, raccontaci del Giappone…

“Il Giappone è un paese fantastico, ricco di tradizioni e storia. La qualità del cibo è di altissimo livello. Questo è importante per chi svolge il nostro lavoro. Vivo a Tokyo da cinque anni e posso dire che si tratta di una città che non si ferma mai; una città dove l’efficienza ed il lavoro sono fondamentali”. 

Continua a leggere

Progetto Ben-essere, Sportello di ascolto gratuito

È attivo nel nostro istituto il Cic – Sportello benessere. Lo sportello, gratuito, è coordinato dal dott. Vincenzo lucignano (psicologo-psicoterapeuta).

Per la sede di Monterusciello la referente è la professoressa Dante. Per la sede di Pozzuoli la referente è la professoressa Cosenza.

Lo sportello è aperto il venerdì dalle 13,00 alle 15,00 per alunni, genitori e docenti.

Informazioni: sportello.petronio@gmail.com o contattare direttamente i docenti referenti.

La sede di Pozzuoli tre gli edifici storici della provincia di Napoli

È stato sottoscritto questa mattina, nella sede di Palazzo Matteotti, l’Accordo Quadro triennale per l’esecuzione dei lavori di manutenzione straordinaria su edifici scolastici di interesse storico-culturale di competenza della Città Metropolitana di Napoli per un valore complessivo di 5 milioni e mezzo di euro.

Il patrimonio di edilizia scolastica della Città Metropolitana annovera 240 sedi scolastiche, delle quali 57 sono considerate patrimonio culturale da conservare e valorizzare ai sensi del D. Lgs. n. 42/ 2004. Dei 57 edifici interessati, 38 sono nel comune di Napoli e 19 sul territorio dei comuni dell’area metropolitana. Nel capoluogo, ad esempio, figurano il ‘Genovesi’ di piazza del Gesù Nuovo, il Liceo ‘Umberto I’ di piazza Giovanni Amendola, il ‘Sannazaro’ di via Puccini e il ‘Pansini’ di piazza Quattro Giornate, il ‘Volta’, il Convitto ‘Vittorio Emanuele’ di piazza Dante e il ‘Fonseca’ in via Benedetto Croce; nell’area metropolitana il ‘Plinio’ di Castellammare di Stabia, il ‘San Paolo’ e il ‘Grandi’ di Sorrento, il ‘Petronio’ a Pozzuoli, il ‘Da Procida’ nella più piccola delle isole del Golfo, il ‘Mennella’ a Forio sull’Isola verde, il ‘Degni’ a Torre del Greco, il ‘De’ Medici’ di Ottaviano e il ‘Marconi’ a Giugliano.

Continua a leggere

“Mettiamo in moto la sicurezza”. Al Petronio corsi di educazione stradale

I sono svolti in questi giorni i corsi di educazione stradale al Petronio di Pozzuoli. La formazione ha coinvolto gli studenti delle classi II O e II MM. Le lezioni sono state tenute dagli esperti Dipartimento di Educazione Stradale della Federazione Motociclistica Italiana.

Lo scopo del Dipartimento della FMI è quello di informare e formare gli utenti della strada, a partire dai più giovani, alla consapevolezza dell’importanza di tutelare la propria persona. La parola sicurezza assume dunque una angolazione ampia, da quella sanitaria a quella stradale. Dalla mascherina al casco: dalla consapevolezza dei rischi all’attivazione di comportamenti adeguati, anche per affrontare l’attuale stato emergenziale da covid 19.

Gli studenti hanno seguito i corsi in modalità Dad su Edustrada, la piattaforma del Ministero dell’Istruzione. L’Educazione stradale è una delle priorità su cui il Ministero dell’Istruzione lavora per promuovere tra i giovani la cultura della sicurezza in strada, il rispetto delle regole e l’educazione alla mobilità sostenibile.

L’iniziativa, voluta dal dirigente scolastico professor Filippo Monaco, è stata portata avanti dai docenti di diritto Flavia Tella, Cinzia Cesaro e Luca Di Martino.

Il Petronio dona pastiere e dolci pasquali per le famiglie bisognose

“Anche a Pasqua abbiamo voluto dare il nostro contributo per le famiglie bisognose”. Così il dirigente scolastico professor Filippo Monaco ha voluto annunciare la nuova iniziativa solidale della scuola che preside, l’Ipseoa Petronio di Pozzuoli.

“Devo ringraziare i docenti, il personale tecnico e i collaboratori che hanno contribuito alla realizzazione di questa iniziativa – continua Monaco – nonostante le difficoltà che la nostra scuola, come tutte le istituzioni scolastiche, sta affrontando a causa delle restrizioni sanitarie. Le pastiere sono state consegnate nelle mani dei volontari dell’associazione Nuovi Orizzonti e saranno distribuite alle famiglie bisognose di Pozzuoli. In questo modo vogliamo dare un’attenzione. È un piccolo ma significativo gesto di vicinanza”.

Non è la prima volta che il Petronio di Pozzuoli ha realizzato iniziative di solidarietà per le famiglie bisognose. A dicembre l’esperienza con i panettoni e i dolci natalizi in collaborazione con le associazioni di volontariato.

Procida Capitale della Cultura 2022. Incontro tra il Comune di Procida e il Petronio

Si è tenuto ieri mattina nella sede dell’Ipseoa Petronio di Pozzuoli l’incontro tra il dirigente scolastico, professor Filippo Monaco e l’assessore al Turismo del Comune di Procida, il dottor Leonardo Costagliola.

Al centro dell’incontro le iniziative in occasione di Procida Capitale Italiana della Cultura per l’anno 2022.

“La scuola è pronta ad accettare la sfida proposta dal Comune di Procida perché sappiamo ascoltare il territorio – spiega Filippo Monaco, dirigente scolastico – come istituzione scolastica ci siamo nell’affiancare le realtà produttive e culturali nei prossimi mesi. Bisogna abbattere le barriere culturali che, purtroppo, ancora ci sono e puntare ad un’offerta turistica superiore. Procida rappresenta un prodotto turistico unico al mondo e questo deve stimolare gli imprenditori locali a puntare sull’eccellenza come richiede il mercato. I nostri allievi nei prossimi mesi saranno formati anche nell’ottica di rispondere alle esigenze richieste da questa importante novità che interessa tutto il territorio flegreo”.

“Non solo Procida, ma tutti i Campi Flegrei devono essere coinvolti nelle iniziative per Procida Capitale – ha spiegato l’assessore Costagliola – Abbiamo un patrimonio storico, culturale e gastronomico da valorizzare. Quando si presenta un piatto è necessario presentare le nostre produzioni tipiche. Nell’ottica della globalizzazione noi possiamo fare la differenza. È venuto il momento di fare sinergia. Per noi il 2022 è un momento di lancio della nostra realtà, ma è dal 2023 in poi che bisogna realizzare e consolidare i nostri progetti”.

Nelle prossime settimane verrà stipulato un protocollo d’intesa tra Comune e Ipseoa Petronio per organizzare iniziative con il coinvolgimento delle associazioni di categoria.

Dantedì. La professoressa Ilaria Musella dedica una canzone a Paolo e Francesca

La professoressa Ilaria Musella ha dedicato una canzone alla celebre coppia citata da Dante Alighieri nella Divina Commedia: Paolo Malatesta e Francesca da Rimini.

Dante racconta la vicenda della coppia nel V Canto dell’Inferno. Numerosi sono stati gli artisti che nel corso dei secoli hanno reso omaggio vicenda dei due giovani amanti.

Il brano è stato pubblicato in occasione del Dantedì che, per il 2021, coincide con il 700 anni della morte del poeta.